Cesare Piscopo

  • Via Corte Rossini 5 - Parabita
  • Tel 340.9132634
  • Mail Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. E' necessario abilitare JavaScript per vederlo.
  • Note Sotto le silenziose nuvole un mare di pensieri
In arte il mio punto di riferimento è la realtà. Tuttavia l’obiettivo che mi propongo non è la verosimiglianza, ma l’espressione di un rapporto interiore fra me e la natura da cui scaturiscono, secondo un’ottica astratta e visionaria, immagini emblematiche. Il colore (forma e materia al tempo stesso), cui affido la liricità dei miei sentimenti, è l’assoluto protagonista della composizione; ora denso e grumoso ora lieve e trasparente non descrive ma evoca, recando impresse solo note sommarie, come a fermare l’attimo fuggente dell’emozione.
Pittore, scultore, poeta. Fin da bambino ha manifestato una grande passione per il disegno e la pittura. Ha studiato al Liceo Artistico di Lecce, periodo in cui molto significativo fu l’incontro con il grande artista austriaco Oskar Kokoschka che, in visita nel Salento, apprezzò i suoi lavori di studente. Conseguita la maturità artistica, si è iscritto all’Accademia di Belle Arti di Brera a Milano, laureandosi in seguito presso l’Accademia di Belle Arti di Lecce. Già insegnante di Arte e Immagine nella Scuola Media Statale, ha compiuto diversi viaggi di studio in Italia e all’estero. Giovanissimo, ha contribuito agli scavi effettuati nella Grotta delle Veneri, presso Parabita, sotto la guida del padre Giuseppe, scopritore di due statuette in osso del paleolitico superiore denominate Veneri. Dopo aver partecipato fin dal 1963 a vari concorsi e mostre collettive, ecco nel 1971 la sua prima personale di pittura presso il Centro Studi e Scambi d’Arte Contemporanea l’Elicona, Lecce. La sua attività espositiva si è fatta più intensa a partire dal 1995. Diverse città come Lecce, Locorotondo, Ostuni, Bari, Foggia, Firenze, Bologna, Milano, e Borgo Maggiore nella Repubblica di San Marino hanno ospitato le sue opere. Numerosissime anche le mostre organizzate in tutto il Salento. Tra le altre, importante è la personale “Cesare Piscopo. Il Paesaggio – La luce della poesia”,a cura di Angela Serafino (Palazzo Comi; Lucugnano, 7-21 agosto 2005), organizzata con il contributo della Provincia di Lecce che in quella stessa occasione ha pubblicato l'omonimo volumetto edito da Il Raggio Verde (Lecce 2005). Nel 2008, Cesare Piscopo ha ricevuto il Riconoscimento d’Onore “Il Sallentino” (Settimana della Cultura Salentina ed Euromediterranea-Lecce). Le sue opere sono esposte in varie collezioni pubbliche e private, in Italia e all'estero. In generale, la sua ricerca artistica non segue una direzione assolutamente univoca: durante un periodo d’approfondimento di un genere pittorico (astratto, figura umana, paesaggio) egli ritorna spesso a fasi anteriori, riproponendo temi da lui già sviluppati e accrescendoli di nuove esperienze. Ma dal 2000 circa, il paesaggio, soprattutto quello marino, si è fatto più insistente tanto da diventare quasi l’unico tema della sua pittura. Probabilmente perché il mare, il mitico mare, incidendo profondamente sul suo animo romantico, è divenuto per lui un soggetto in grado di comunicare una particolare visione del mondo. Varie sono le tecniche pittoriche utilizzate da Cesare Piscopo: olio. acrilico, acquarello, tempera, collage, disegno a matita e tecniche miste. Da alcuni anni realizza anche piccole sculture antropomorfe in terracotta policroma.
Cesare Piscopo ha pubblicato inoltre le seguenti raccolte di poesie: "Fili d'erba" (1996), "Dal profondo Sud" (1998), “Il mare dell’amore” (2006), "Messaggi dal mare" (2007) e l’antologia “Sotto le silenziose nuvole un mare di pensieri” (2009). Sulla produzione pittorica e poetica di Cesare Piscopo hanno scritto: Comasia Aquaro, Giorgio Barba, Toti Carpentieri, Maria Catalano, Silvia Cazzato, Daniela Cecere, Giancarlo Colella, Rocco Coronese, Vittoria Corti, Nicola G. De Donno, Mario De Marco, Raffaele De Salvatore, Luigi Fontana, Antonietta Fulvio, Mariapia Giulivo, Massimo Guastella, Alessandro Laporta; Nicola Nuti, Cesare Padovani, Maria Rosaria Pascali, Gianni Perchiazzi, Giusy Petracca, Marina Pizzarelli, Raffaele Polo, Patrizia Prete, Luciano Provenzano, Maria Pia Romano, Angela Serafino, Aldo Vallone, Giancarlo Vallone, Pompea Vergaro.
 
 
 
 
Show Street View