TERME DI SANTA CESAREA

  • Via Via Roma, 40 - Santa Cesarea Terme
  • Tel 0836.944070 - 0836.944314
  • Mail Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. E' necessario abilitare JavaScript per vederlo.
  • Note

    Vieni a stare un po’ con te

 All’orizzonte il confine tra terra e mare sembra perdersi. L’irta scogliera scompare. Il fragore impetuoso delle onde contro antri ed anfratti s’infrange in enormi cascate di schiuma bianca. È emozione dopo emozione. In quest’angolo d’incanto delle Murge Salentine orientali sorgono le Terme di Santa Cesarea, centro di cura e soggiorno tra le stazioni termali e turistiche del sud più attrezzate e competitive, indirizzato sempre più verso scelte di collaborazione e qualificazione nel campo scientifico e strutturale con alcune università ed istituti di ricerca.

Località turistico-balneare dalla particolarissima conformazione territoriale con calcari di vario tipo che risalgono al Cretaceo superiore, al Paleocene, al Miocene, al Quaternario, Santa Cesarea, vista dal mare, sembra svilupparsi sulle gradinate di un anfiteatro. La sua arena, un’immensa distesa di acqua tersa e cristallina, cangiante a seconda dei colori del cielo, le correnti sottomarine, i fondali ora profondi ora affioranti, ora sabbiosi ora ricoperti dalla tipica vegetazione marina. Condizionata dal fenomeno del carsismo, la morfologia del territorio assume spesso il tipico aspetto dei “campi di pietra” o “pietraie carsiche”, dove esistono numerose cavità sotterranee, come l’inghiottitoio di Vitigliano, la vora di Andrano, la caverna di Madonna della Serra di Giuggianello, l’inghiottitoio di Monte Vergine, la vora di Scorrano, l’inghiottitoio Mellone di Nociglia, l’aviso di Melpignano e Maglie, tutte incavature di deflusso delle acque sotterranee.

Ma è nelle quattro grotte marine carsiche Fetida, Sulfurea, Gattulla e Solfatara che emergono sorgenti di acque minerali che, per la loro caratteristica composizione chimico-fisica differenziata dalla presenza di zolfo rispetto le altre piccole polle locali, risultano essere dotate di spiccate proprietà curative e salutari. Queste acque, appartenenti al gruppo delle salso - bromo - iodiche - solfuree - fluorurate, rappresentano un vero e proprio patrimonio naturale tra i più importanti nell’idrologia medica perché estremamente attive dal punto di vista terapeutico.  La loro efficacia, presso le Terme di Santa Cesarea, viene sapientemente impiegata nella cura e prevenzione di diverse patologie delle alte e basse vie respiratorie, dell’apparato locomotore come artrosi localizzate e diffuse, dolori vertebrali e muscolari, postumi di traumi ed interventi chirurgici, nella sordità rinogena, in molte malattie della sfera genitale femminile e in diverse patologie dell’epidermide, in particolare della psoriasi.

Da qualche anno, l’utilizzo ancor più opportunamente combinato di acque e fanghi nel moderno centro di medicina estetica. Ogni singolo reparto del Centro Terme di Santa Cesarea, che vanta uno staff professionale e con esperienza pluriennale frutto di continuo perfezionamento, è dotato di attrezzate strutture diagnostiche e moderne apparecchiature ed è dedicato per effettuare cure in ambienti confortevoli ed in assoluto relax, per garantire il piacere di stare bene curandosi, anche attraverso la medicina naturale. Le Terme di Santa Cesarea, convenzionate ASL, offrono inoltre trattamenti benessere con sessioni di massaggio rilassante, terapeutico o mirato per portare specifici benefici.

 
 
 
 
Show Street View